Quando una persona cara viene a mancare, è sempre difficile capire come preparala alla funzione funebre e a una degna sepoltura. Per questo motivo è utile sapere quali sono i passaggi per preparare il defunto alla funzione funebre e cosa farà l’agenzia funebre scelta.

Scegliere l’agenzia delle pompe funebri più idonea e consona ai voleri dei familiari

Prima di preparare tutti i passaggi e dettagli della cerimonia funebre, bisogna dare un’occhiata alle varie agenzie funebri presenti sul territorio, per capirne sia il modo di lavorare che i servizi da essi proposti. Infatti, anche se può suonare stonato, in un momento di lutto bisogna organizzare la cerimonia fin nei minimi dettagli e considerato il momento non proprio felice, l’agenzia può essere un valido supporto. Per questo si deve capire cosa offre l’agenzia, quali sono i servizi che più si avvicinano ai voleri dei familiari e, successivamente, contattarla per preparare il defunto; garantendo così alla persona cara, un ultimo viaggio dignitoso, ricordandola con rispetto e amore infinito.

La cura e la vestizione

L’agenzia in genere non si occupa solo del trasporto della salma durante il suo ultimo viaggio, ma prepara il defunto a tutti gli effetti per la funzione funebre.
Che la persona sia morta a casa o in ospedale, l’agenzia la preparerà per consegnarla ai suoi cari, senza avere le deturpazioni o i segni che la morte porta con sé; non modificandone certamente la fisionomia. La salma sarà pulita, disinfettata e ben vestita, a seconda delle volontà della famiglia. Ci sono regole e movimenti ben precisi con i quali intervenire per preparare il defunto. In primo luogo, gli addetti potranno preparare il defunto pulendo e disinfettando il volto e il corpo;  infatti, a seconda della causa della morte, la salma potrebbe presentare macchie più o meno vistose da eliminare o nascondere prima di consegnarla ai familiari. Si chiuderanno anche con dell’ovatta tutti quei naturali orifizi dai quali potrebbero fuoriuscire dei liquidi. Si passa, poi, alla sistemazione dei capelli e, nel caso si ritenga necessario, si opera la rasatura del volto.
In maniera molto delicata si procede poi alla vestizione della salma; i familiari forniranno gli abiti preferiti della persona cara e gli addetti vestiranno la salma con cura. Qualora si ritenesse necessario, gli addetti potrebbero usare sul volto del defunto una sorta di camouflage. Infine gli addetti dell’agenzia si occupano del fenomeno, che si presenterà solo qualche ora dopo il decesso, del ”rigor mortis”, cioè della rigidità corporea. Con tecniche ben precise, si posizionerà la salma in maniera supina, con le mani incrociate all’altezza del torace, con le gambe chiuse e piedi uniti; qualora si ritenga necessario, si provvederà a evitare anche l’apertura mandibolare.